Non è sempre facile scegliere la macchina caffè cialde che fa al caso proprio: ecco quindi qualche consiglio su come orientarsi tra i diversi device in commercio.

Quando si sta per acquistare una macchina caffè cialde, ci si trova di fronte a dubbi amletici. Uno su tutti: qual è quella che fa al caso mio, che risponde ai miei bisogni quotidiani? Dovete sapere intanto che in commercio esistono delle macchine manuali, delle macchine automatiche, delle macchine a capsule e delle macchine a cialde appunto.

Le macchine manuali sono, in piccolo, molto simili a quelle che si utilizzano nei bar. Il caffè viene dosato e pressato in un filtro nel manicotto e agganciato alla macchina: si spinge l’acqua che attraversa il filtro e ci dà il nostro espresso domestico. Il costo però è un po’ superiore alle altre macchine, ma poi si ammortizza tutto perché il caffè è decisamente più economico (ma ricordate che, per una buona bevanda, è sempre bene scegliere un caffè di qualità).

Le macchine che supportano le cialde di carta tuttavia sono molto simili perché anch’esse funzionano a pressione e sono molto economiche. E veloci, non solo nella preparazione ma anche nella pulizia successiva. Presentano una sigla, Ese, che sta per Easy Serving Espresso. E la cosa positiva per l’ambiente è che le cialde che si usano sono completamente biodegradabili. Infine ci sono le capsule, che sono tra le più diffuse anche perché sono molto comode. Di solito la spesa è bassa all’inizio, ma le capsule possono avere anche un prezzo alto, dipende da marchi e qualità.