Le macchine per il caffè Lavazza A modo mio sono tra le più utilizzate in casa: ecco i segreto del loro successo.

Chiunque abbia una macchina per il caffè Lavazza A modo mio sa che il proprio device per la gustosa bevanda presenta molti vantaggi. Innanzi tutto non ha un costo elevato (alcuni modelli sono davvero molto economici) e questo è importante se non si vuole spendere un capitale perché ci si vuole preparare solo un caffè di tanto in tanto. Inoltre è molto facile da pulire e, se si dovesse sbagliare qualcosa nella pulizia o nella preparazione del caffè, sul sito dell’azienda ci sono i remainder da seguire passo passo per un corretto funzionamento della macchinetta.

Le capsule per Lavazza “A modo mio” in commercio sono davvero tantissime (e sono confezionate sottovuoto con 7,5 grammi di caffè in polvere). Dopo un primo periodo in cui sono state prodotte diverse miscele caratterizzate da un aggettivo (per esempio «intenso» o «dolce» per definire il gusto, Lavazza ha voluto premiare i clienti più affezionati, cioè quelli che amano la comodità della macchinetta ma non vogliono rinunciare al gusto della moka. E quindi sono nate capsule di Qualità Rossa, Qualità Oro, Crema & Gusto e il classico Dec (che era presente pure prima con le sue capsule dal packaging azzurro).

Se c’è un neo è che a volte queste capsule possono alla lunga apparire costose – dipende anche da quante ne consumate al giorno e quindi in una settimana. Si può ricorrere tuttavia alle capsule compatibili, che hanno un prezzo più ridotto. Tuttavia, le capsule caffè compatibili, sebbene, in base ai marchi, vi assicurino comunque un prodotto di alta qualità a un costo più contenuto, se cercate un determinato gusto di caffè, è bene rivolgersi alle capsule caffè originali.